Emanazione del Regolamento in materia di sollecitazione all’investimento

La Banca Centrale della Repubblica di San Marino rende noto di aver emanato il Regolamento in materia di sollecitazione all’investimento (c.d. Regolamento Prospetto) con data di entrata in vigore il 1° gennaio 2024.

Come già anticipato in sede di avvio della procedura di pubblica di consultazione, conclusasi il 20 ottobre u.s. (vedasi comunicato ) il Regolamento, in attuazione delle deleghe regolamentari di cui al Titolo I della Parte III (“Disciplina degli emittenti”) della LISF ed in particolare degli articoli 106, 107 e 108, consolida su base normativa gli orientamenti e le prassi sinora adottate nei procedimenti istruttori ed autorizzativi inerenti le sollecitazioni all’investimento in San Marino e i relativi standard di trasparenza e correttezza in capo agli offerenti, siano essi collocatori a ciò incaricati (intermediari finanziari sammarinesi) o direttamente emittenti (anche quando non finanziari o non sammarinesi), avendo come punto di riferimento gli omologhi e più recenti standard adottati a livello europeo (in particolare con il Regolamento UE 2017/1129 e relativi atti giuridici di esecuzione).

Il contenuto del provvedimento, in esito alla consultazione, resta sostanzialmente confermato, essendovi state apportate solo modifiche inerenti:

a) la perimetrazione, resa più chiara, della definizione di prodotto finanziario; 
b) i tempi di approvazione dei prospetti da parte dell’Autorità di Vigilanza, ridotti a 20 giorni lavorativi;
c) la previsione di un periodo di vacatio, pari ad almeno 30 giorni, per eventuali future modifiche agli schemi allegati al regolamento e pubblicati sul presente sito internet, modifiche valevoli solo per le richieste pervenute in data successiva a tale periodo.


Il provvedimento rappresenta un altro importante step normativo sia verso il completamento della regolamentazione attuativa della LISF sia verso il recepimento dell’acquis dell’UE in ambito finanziario.